Norme di Riferimento

Di seguito, alcune delle norme che ritengo utili e di riferimento:

EN 10204: 2005, Prodotti metallici – Tipi di documenti di controllo: la norma definisce i differenti tipi di documenti di controllo forniti all’acquirente, in conformità con i requisiti dell’ordine, per la fornitura di tutti i prodotti metallici.

UNI EN ISO 5817: 2008, Saldatura – Giunti saldati per fusione di acciaio, nichel, titanio e loro leghe (esclusa la saldatura a fascio di energia) – Livelli di qualità delle imperfezioni:  la norma fornisce una guida sui livelli di qualità delle imperfezioni nei giunti saldati per fusione di acciaio, nichel, titanio e loro leghe e si applica a materiali di spessore maggiore di 0,5 mm. Sono dati tre livelli di qualità in modo da permettere l’applicazione ad un ampia gamma di costruzioni saldate. Essi sono identificati con le lettere B, C e D. I livelli di qualità si riferiscono ad una qualità di fabbricazione e non all’idoneità di impiego del prodotto fabbricato.

UNI EN ISO 287-1: 2012, Prove di qualificazione dei saldatori – Saldatura per fusione – Parte 1: Acciai: la norma definisce la prova di qualificazione dei saldatori per la saldatura per fusione degli acciai e fornisce un insieme di regole tecniche per una prova di qualifica sistematica del saldatore consentendo che le qualificazioni così ottenute siano uniformemente accettate indipendentemente dal tipo di prodotto, dal luogo e dall’esaminatore o dall’organismo d’esame. Nel corso della qualificazione del saldatore, particolare importanza è data all’abilità nel maneggiare la torcia o il cannello al fine di ottenere una saldatura di qualità accettabile. I procedimenti di saldatura cui fa riferimento la norma sono quelli a fusione manuali e semiautomatici e non tratta i procedimenti automatici o totalmente meccanizzati.

 UNI EN 288-3: 1993, Specificazione e qualificazione delle procedure di saldatura per materiali metallici. Prove di qualificazione della procedura di saldatura per la saldatura ad arco di acciai: definisce le modalità con le quali una specifica di procedura di saldatura viene qualificata mediante prove di qualificazione della procedura di saldatura. Definisce le condizioni per l’esecuzione delle prove di qualificazione della procedura di saldatura ed i limiti di validità di una procedura di saldatura qualificata per tutte le operazioni pratiche di saldatura entro il campo di validità delle variabili elencate.

UNI EN ISO 15614-1:2012, Specificazione e qualificazione delle procedure di saldatura per materiali metallici – Prove di qualificazione della procedura di saldatura – Parte 1: Saldatura ad arco e a gas degli acciai e saldatura ad arco del nichel e leghe di nichel: definisce le modalità con le quali una specifica di procedura di saldatura è qualificata mediante prove di qualificazione. Definisce le condizioni per l’esecuzione delle prove di qualificazione della procedura di saldatura ed i limiti di validità di una procedura di saldatura qualificata per tutte le operazioni pratiche di saldatura entro il campo di validità delle variabili elencate. La norma si applica alla saldatura ad arco e alla saldatura a gas degli acciai e alla saldatura ad arco del nichel e sue leghe.

UNI EN 473: 2001, Prove non distruttive – Qualificazione e certificazione del personale addetto alle prove non distruttive – Principi generali:  stabilisce un sistema per la qualificazione e la certificazione del personale incaricato di effettuare prove non distruttive (PND) in campo industriale. Il termine “industriale” implica l’esclusione delle applicazioni nel campo della medicina.

UNI EN ISO 17637: 2011, Controllo non distruttivo delle saldature – Esame visivo di giunti saldati per fusione: stabilisce le condizioni per l’effettuazione dell’esame visivo delle saldature per fusione di materiali metallici. La norma può anche essere utilizzata per l’esame visivo del giunto prima della saldatura.

UNI EN ISO 23277: 2010, Controllo non distruttivo delle saldature – Controllo delle saldature mediante liquidi penetranti – Livelli di accettabilità: specifica i livelli di accettabilità delle indicazioni dovute a imperfezioni affioranti alla superficie in saldature di materiali metallici rivelate mediante liquidi penetranti. I livelli di accettabilità sono principalmente destinati all’uso durante i controlli di fabbricazione, ma, qualora siano appropriati, possono essere usati nei controlli in esercizio.

UNI EN ISO 17638:2010, Controllo non distruttivo delle saldature – Controllo con particelle magnetiche: specifica le tecniche di controllo con particelle magnetiche, per la rivelazione di imperfezioni superficiali in saldature ferromagnetiche, incluse le zone termicamente alterate. Le tecniche raccomandate sono idonee per la maggior parte dei procedimenti di saldatura e dei tipi di giunti.

UNI EN ISO 23278: 2010, Controllo non distruttivo delle saldature – Controllo con particelle magnetiche delle saldature – Livelli di accettabilità: specifica i livelli di accettabilità delle indicazioni dovute a imperfezioni in saldature su acciai ferromagnetici rivelate mediante controllo con particelle magnetiche. I livelli di accettabilità sono principalmente destinati all’uso durante i controlli di fabbricazione, ma, qualora siano appropriati, possono essere usati nei controlli in esercizio.

UNI EN ISO 17640: 2011 Controllo non distruttivo delle saldature – Controllo mediante ultrasuoni – Tecniche di controllo, livelli di prova e valutazione: specifica le tecniche di controllo manuale mediante ultrasuoni di giunti saldati per fusione di materiali metallici di spessore maggiore o uguale a 8 mm, aventi una bassa attenuazione ultrasonora (specialmente quella dovuta alla diffusione) e a temperature comprese tra 0 °C e 60 °C. La norma e destinata principalmente all’impiego su giunti saldati a piena penetrazione, nei quali sia il materiale di saldatura sia il materiale base sono di acciaio ferritico.

UNI EN 1435: 2004, Controllo non distruttivo delle saldature – Controllo radiografico dei giunti saldati: specifica le tecniche fondamentali di radiografia al fine di ottenere risultati soddisfacenti e ripetibili in modo economico. La norma si applica al controllo radiografico dei giunti saldati per fusione di lamiere e tubi di materiali metallici. La norma non specifica livelli di accettabilità delle indicazioni.

UNI EN 22768-1: 1996, Tolleranze generali. Tolleranze per dimensioni lineari ed angolari prive di indicazione di tolleranze specifiche: stabilisce le tolleranze generali per le dimensioni lineari ed angolari dei disegni prive di indicazioni di tolleranze specifiche. Essa prevede tre classi di tolleranze ed ha lo scopo di semplificare le indicazioni a disegno di tali tolleranze e di indirizzare il progettista alla scelta di classi di tolleranze ottenibili con macchine o tecnologie correnti.

UNI EN 22768-2: 1196, Tolleranze generali. Tolleranze geometriche per elementi privi di indicazione di tolleranze specifiche: specifica le tolleranze geometriche generali per caratteristiche del disegno prive di indicazioni di tolleranze geometriche specifiche. Essa prevede tre gradi di precisione di tolleranze geometriche ed ha lo scopo di semplificare le indicazioni sui disegni riguardanti le tolleranze geometriche e di indirizzare i progettisti alla scelta della classe di tolleranza ottenibile con macchine o tecnologie correnti.

EN ISO 3834-2: 2006, Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici – Parte 2: Requisiti di qualità estesi: la norma definisce i requisiti di qualità estesi per la saldatura per fusione dei materiali metallici sia in officina sia nel cantiere di messa in opera.

Fonte: UNI – Ente Nazionale Italiano di Unificazione (www.uni.com)

Per completezza di informazione, si riporta il link alla pagina Codici e norme dell’Istituto Italiano della Saldatura.

Annunci

Scrivi qui il Tuo Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

I.D.E.Agency: parole e immagini per vendere di più

La migliore agenzia di marketing e comunicazione a Brescia

Servizi Strategici

per la tua impresa

La psicologa di famiglia - Dr.ssa Tornello - Torino - Avigliana

Blog di psicologia - Approfondimento e confronto su tematiche legate alla nostra quotidianità.

LUXtel

Competenza al servizio del Cliente

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel-aka-Ivan Baio

BlogAziendali.com

Gli specialisti del Corporate Blog

Mamma in 3D

La voce del carpentiere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: